LA GARA PIU’ SELVAGGIA DELLA TERRA

Una gara su sterrato di quattro giorni che copre 650 km con 8000 metri di dislivello attraverso la natura selvaggia del Maasai Mara in Kenya…
La “Migration Gravel Race” non è per niente facile. Seguite il viaggio di Sami Sauri, gli inevitabili alti e bassi, la scoperta del bellissimo e inesorabile paesaggio del Kenya e la riflessione sull’amore di Sami sulla bicicletta.

La “Migration Gravel Race” è una gara a tappe di quattro giorni che attraversa la natura selvaggia del Maasai Mara, in Kenya. Ogni tappa termina in un punto di controllo sicuro e designato. Nel mezzo…il Kenya e tutto quello che può accadere.

Il percorso di 650 km si snoda su single track, sentieri di caccia, terra rossa e ghiaia dura. Con un’altitudine media di 1900 metri, si attraversano villaggi Masai, pianure, fiumi, montagne e zone di caccia grossa. Ci sono punti di rifornimento e ranger per garantire la sicurezza.

Come dice il sito della competizione: “Non tutti i chilometri sono uguali.”