Karolina Migon (PAS Racing) e Olivier Godfroid (Baloise Trek Lions) hanno tagliato il traguardo in solitaria, conquistando la vittoria nella nuova gara del circuito UCI Gravel World Series, la Gravel Suisse.


Migon, già vincitrice della Traka 360 e de La Indomable, ha preceduto sul traguardo Carolin Schiff (Canyon CLLCTV), vincitrice dell’Unbound 2023, e Annabel Fisher (Ridley x Classified). L’atleta polacca ha sferrato l’attacco decisivo sull’ultima salita.


“La UCI Gravel Suisse si adattava perfettamente alle mie caratteristiche, con le sue lunghe salite, discese ripide e veloci, e un terreno familiare”, ha commentato Migon su Instagram. “È stata comunque una giornata dura, con Carolin Schiff e Annabel Fisher che hanno spinto forte rimanendo competitive per tutta la gara”. “Ci siamo scambiate le posizioni diverse volte durante la corsa, e non ero sicura di poter fare la mossa decisiva. Ma ho dato tutto nell’ultima salita e sono riuscita a prendere il vantaggio. Complimenti a entrambe per una performance così forte!”


Nella gara maschile, Godfroid ha tagliato il traguardo con un vantaggio di un minuto e 25 secondi su Petr Vakoc (Canyon Integray L27), vincitore della Traka 200. Quasi un altro minuto più indietro è arrivato Martin Stosek (Canyon Sidi).
“La mia prima vittoria su strade sterrate. Sembra irreale. Il campionato del mondo si avvicina”, ha dichiarato Godfroid su Instagram.


La gara si è svolta sabato sulle Alpi Vodesi, su un percorso di 102 chilometri con 2.600 metri di dislivello. Il tracciato, composto per poco più del 50% da strade sterrate, ha incluso un mix di strade rurali, forestali e single track.

Come parte del circuito UCI Gravel World Series, la gara ha offerto ai partecipanti l’opportunità di qualificarsi per i terzi Campionati del Mondo UCI di Gravel, in programma dal 5 al 6 ottobre. Il 25% dei migliori classificati in ogni categoria si è guadagnato un posto per l’evento mondiale.