BORA CON LE ALI

RedBull e BORA Hansgrohe metteranno le ali al ciclismo?
E’ tempo di rivoluzionare il modo di concepire questo sport, così come è stato fatto per la mountain bike in passato. Solo RedBull hai i mezzi e il “know how” per farlo.

Da alcune settimane circolavano voci su un possibile accordo di sponsorizzazione tra Red Bull e BORA-Hansgrohe nel mondo del ciclismo, e ora è ufficiale: la joint venture è libera di procedere. Questo annuncio solleva numerose speculazioni sulla possibilità di formare un super-team che potrebbe cambiare il volto del ciclismo su strada.

Il 29 gennaio, con una dichiarazione ufficiale sul sito web del team BORA-Hansgrohe, è stato confermato che l’autorità antitrust austriaca non ha obiezioni alla partnership prevista, aprendo la strada a una collaborazione senza precedenti.

Fino a questo momento, Red Bull ha sponsorizzato singoli atleti, ma mai una squadra intera. Con il recente ritiro dall’ambito della Coppa del Mondo UCI MTB, il marchio di bevande energetiche è ora libero di esplorare nuove iniziative, e la partnership con BORA-Hansgrohe potrebbe essere il primo passo verso la formazione di una super-squadra ciclistica.

Tra gli attuali ciclisti professionisti su strada sponsorizzati da Red Bull troviamo nomi di spicco come Tom Pidcock, Wout Van Aert e Anton Palzer. La squadra conta anche su una nuova formazione di sviluppo su strada, Red Bull Junior Brothers U19, che potrebbe essere una fonte di talenti emergenti.

Le speculazioni sul roster della possibile super-squadra includono l’americano Justin Williams, noto per indossare il casco Red Bull con la squadra L39ION of Los Angeles. Inoltre, potrebbero essere coinvolti atleti di diverse discipline ciclistiche, dalla MTB al BMX.

L’investimento di Red Bull nel ciclismo su strada potrebbe rappresentare un punto di svolta per lo sport, con l’opportunità di creare una squadra ricca di talenti e di personalità iconiche. Con l’esperienza della Red Bull Media House, potrebbero essere prodotti spettacoli e film dedicati alla squadra e ai suoi atleti.

Il Team Manager di BORA-Hansgrohe, Ralph Denk, ha commentato l’importanza di questa decisione, affermando che è un passo significativo che sblocca molte potenzialità nella collaborazione tra le due parti.

Mentre i dettagli finanziari e gli accordi specifici devono essere ancora rivelati, la comunità ciclistica è in attesa di vedere come Red Bull affronterà questa nuova avventura nel mondo del ciclismo su strada. L’azienda, con una storia di investimenti audaci in progetti motociclistici, potrebbe portare innovazioni e cambiamenti significativi nel panorama ciclistico.

L’avventura di Red Bull nel World Tour potrebbe anche aprire la strada ad altre aziende a fare lo stesso, portando potenzialmente a nuove e avvincenti rivalità tra squadre supportate da marchi energetici. Solo il tempo dirà quale impatto avrà questa partnership sulla scena ciclistica internazionale.