UCI Gravel World Series – Jonas Koch e Carolin Schiff trionfano a Hegau.


Nella seconda tappa del UCI Gravel World Series 2024 tenutasi in Germania, Carolin Schiff (Canyon CLLCTV) e Jonas Koch (Red Bull-Bora-Hansgrohe) hanno conquistato la vittoria al Hegau Gravel Race.

Carolin Schiff, vincitrice del Traka 200 e nota per i suoi successi precedenti tra cui il Wish One Millau Grands Causses a giugno e l’Unbound Gravel 200 nel 2023, ha dominato la gara femminile in una serrata battaglia con Janine Schneider (VC Singen, Embrace the World), che si è piazzata a un solo secondo di distanza. Al terzo posto si è piazzata la ciclista olandese Maaike Colje (Arkea B&B Hotels), l’unica altra partecipante a finire entro il minuto dal tempo vincente.

Nella gara maschile, Jonas Koch ha saputo prendere il largo su Daan Soete (Grobbendonk), terminando con un vantaggio di 38 secondi sul secondo classificato. Daan Soete, vincitore della prima tappa tedesca del World Series – 3RIDES, è stato seguito a soli due secondi di distanza da Petr Vakoc (Canyon Integray L27), anch’egli vincitore del Traka 200.

Il nuovo percorso gravel a Singen si è esteso per 136km, composto da due giri da 52km e un ulteriore giro da 32km, con un dislivello totale di 2.710m. Le gare del UCI Gravel World Series, distribuite in tutto il mondo, rappresentano tutte delle occasioni per qualificarsi ai Campionati del Mondo di Gravel UCI in programma in Belgio il 5-6 ottobre.

Annabel Fisher difende il titolo all’Octopus Gravel mentre Chad Haga viene sorpreso da Asier Indave

Annabel Fisher (Classified Ridley Team) ha difeso con successo il suo titolo del 2023 all’Octopus Gravel, mentre lo spagnolo Asier Irigoyen Indave (Merler Gravel) ha ottenuto una vittoria sorprendente davanti a Chad Haga (PAS Racing) nella gara maschile.

L’Octopus Gravel, giunto al suo terzo anno come parte della Gravel Earth Series, si è svolto ad Andermatt, in Svizzera. PAS Racing ha conquistato il secondo posto sia nel podio femminile che in quello maschile. Karolina Migoń, vincitrice del The Traka 360 di quest’anno, ha registrato il secondo miglior tempo cumulativo tra le donne. Nel settore maschile, solo un minuto e 25 secondi separavano i primi due uomini, con il secondo posto andato a Haga, terzo al The Traka 360 e secondo all’Unbound Gravel.

Terza per le donne è stata Haley Simmonds (Movistar Team Gravel), mentre Julian Lino (NR Gravel Team) ha chiuso al terzo posto tra gli uomini.

A causa di una tempesta in arrivo, l’evento è stato ridotto, con tre sezioni cronometrate completate anziché quattro. Tre delle sette “gambe” della gara gravel svizzera si sono svolte in diverse sezioni del Passo del San Gottardo: una passando per il Lago della Sella, una sui ciottoli a tornanti della Tremola e un’altra fino al punto panoramico di Aussichtspunkt.

Il percorso originale prevedeva estensioni andata e ritorno da Andermatt con un totale di sette salite per un totale di 155 km e 4.450 metri di dislivello. Diverse salite passavano accanto a cumuli di neve sul bordo della strada, con un terreno che variava da terra e ghiaia a pavé.

I vincitori delle categorie élite della Gravel Earth Series sono stati decisi con i migliori tempi sui segmenti cronometrati. Indave ha registrato i migliori tempi su tre segmenti cronometrati: Tremola, Rossmettlen e Vermigelhütte, per un totale di 47 minuti e sei secondi. Haga è stato due minuti più veloce di Lino.

Questo evento ha messo in mostra non solo le abilità degli atleti, ma anche la bellezza dei paesaggi alpini svizzeri, rendendo l’Octopus Gravel una competizione unica nel panorama delle gare gravel.